WEB - 2020_08_02.2
WEB - 2020_09_30.2
WEB - 2020_08_12.2
WEB - YAM - 2020_09_08.9
WEB - 2020_07_16.1

PERCORSI

Le strade militari fuoristrada e i passi di montagna sterrate in questa regione rendono i giro un'esperienza indimenticabile per motociclisti d'avventura. Dai sentieri tecnicamente impegnative nella foresta alle ampie strade sterrate di alta montagna, tutto è a posto per guidare le moto d'avventura fuori strada. I tracciati sono stati accuratamente selezionati da noi e rappresentano la combinazione perfetta di facili percorsi fuoristrada che ti permettono di goderti il paesaggio alpino di alta montagna, sfidando i passaggi di montagna dove l'attenzione è al 100% sulla guida.

DETTAGLI DI ININERARI

I percorsi giornalieri cambiano tutti nel raggio di 150 km dal nostro campo base Bardonecchia (1300 m), che è stato esplorato dai residenti locali su moto da enduro e moto d'avventura e accuratamente selezionato da guide professionali per il perfetto giro di 3 giorni.


Al mattino, guidiamo su strade d'accesso e sentieri forestali, che hanno terreno e terreno sciolto per affrontare la montagna che rappresenta la destinazione quotidiana. Non appena la linea degli alberi viene raggiunta intorno ai 1900 metri, continua su infinite strade sterrate nelle alte montagne alpine delle più alte Alpi italiane. Sommeiller, Jafferau e Assietta sono le destinazioni più conosciute in questa regione indescrivibilmente bella.

CONOSCERE LE ABILITÀ

Le abilità di guida dovrebbero andare oltre il motociclista da strada in generale e dovresti già aver completato con successo le tue prime esperienze con moto d'avventura su terreno sterrato e godertela.

Le rotte selezionate includono sia strade di ghiaia larghe facili da percorrere che, a seconda dell'autovalutazione, possono anche sentieri più velocemente. Tuttavia, ci sono anche singletrails più stretti nella foresta e nelle alte montagne alpine, che richiedono la piena concentrazione del pilota e una certa padronanza tecnica della sua moto.

Dato che il piacere di guida è in primo piano, ovviamente, il ritmo nel gruppo è adattato a ogni singolo ciclista.

MOTO

Sotto moto avventura del nostro gruppo target, che consigliamo per i nostri tour, comprendiamo ad esempio i seguenti modelli attuali:
 

BMW R 1250 GS / F 850 GS / G 310 GS

HONDA Africa Twin / CB 500 X

KTM 1290 ADV R / 790 ADV R / 690 ENDURO R

TRIUMPH Tiger 1200 / Tiger 800

YAMAHA Tenere 700 / Super Tenere 1200

Tutte le moto devono essere montate su pneumatici fuoristrada appropriati prima dell'inizio del tour, avere un serbatoio pieno e ovviamente essere legali per la strada.

Gli Enduros sportivi come una KTM EXC sono fuori luogo qui!

ATTREZZATURE

L'equipaggiamento di base di ogni ciclista d'avventura include abbigliamento protettivo funzionale che protegge dalle condizioni atmosferiche e dagli infortuni.

Le escursioni possono essere molto fredde al mattino e in quota a 3000 metri. Ma accade anche molto spesso il contrario ed è possibile che si arrivi a circa 30 gradi. Anche la protezione dalla pioggia deve essere presa in considerazione. Stivali solidi, giacca e pantaloni da avventura, un casco che fornisce abbastanza aria fresca e guanti non troppo spessi per una buona presa sul manubrio.

Altamente raccomandato è uno zaino per l'idratazione e piccoli snack in mezzo, oltre a un kit di primo soccorso per moto e motociclisti. Le borse laterali possono rimanere nell'hotel e non devono essere trasportate, poiché ciò comporta un peso superfluo.

DIVIETO

Anche in questa regione ci sono alcune regole che vietano l'ingresso o il transito di determinate rotte. Alcuni sono legati al tempo, altri si applicano a determinati veicoli che superano una certa larghezza o peso. Tuttavia, ci sono anche percorsi che possono essere passati attraverso un permesso dalle autorità regionali senza ricevere una severa sanzione, in quanto sono spesso controllati dalla polizia locale o dai militari.

I percorsi attentamente selezionati sono progettati in modo tale da rispettare tutte le regole e non includere rotte proibite. Queste dovrebbero essere rigorosamente rispettate, altrimenti ciò potrebbe comportare il blocco delle rotte da parte delle autorità italiane.

BARDONECCHIA

La regione intorno a Bardonecchia non è solo conosciuta nel mondo delle moto avventura. Nel 2006 si sono svolti qui i Giochi olimpici invernali ed è una rinomata stazione sciistica.

In estate non si può fare troppo turismo qui e offre ai motociclisti fuoristrada un raro paradiso con molte attrazioni famose come il Sommeiller, Jafferau o Mont Chaberton, che è stato chiuso nel frattempo.

Da Bardonecchia tutte le vie di montagna sono raggiungibili in pochissimo tempo e offre quindi il campo base perfetto per iniziare giro in moto d'avventura. Un mondo di montagna raro non paragonabile, che può ancora essere esplorato in moto. Unico ed indimenticabile.

Map3 - 16-9.jpg
WEB - 2019_08_01.4.jpg

VALLE DI SUSA

La valle di Susa, che dista circa 70 km da Torino, offre ai motociclisti d'avventura una regione perfetta con le sue montagne circostanti. Bardonecchia è l'ultimo posto occidentale in Italia prima del confine francese e confina direttamente con il tunnel del Frejus per raggiungere rapidamente l'altro versante delle gigantesche montagne. Questa valle porta direttamente alle alte montagne alpine oltre 2000 metri senza lunghe passeggiate su strade asfaltate. Le numerose fortezze della guerra e il panorama alpino su alcune delle cime più alte delle Alpi occidentali rendono questa destinazione indimenticabile per i motociclisti di avventura.

3.3.JPG
3.1.1.JPG
3.2.JPG

1 ° giorno (martedì / venerdì)

65 km Offroad // 15 km Strada

2 ° giorno (mercoledì / sabato)

75 km Offroad // 25 km Strada

3 ° giorno (giovedì / domenica)

85 km Offroad // 35 km Strada

DOMANDE FREQUENTI SUI PERCORSI

QUANTO SONO DIFFICILI I PERCORSI?

I percorsi che cambiano ogni giorno sono per le moto d'avventura e sono sia piacere che sfida per uomini e macchine. Chi si diverte in fuoristrada è giusto. Strade sterrate, terreni sconnessi e piste forestali.

QUANTO SONO LUNGHI I PERCORSI?

I giro giornalieri iniziano intorno alle 9:00 in hotel e terminano alle 16:00 circa. Per gruppi più veloci o più lenti questo può variare di 1 ora. In caso di maltempo è possibile effettuare un cambio di percorsi.

POSSO PORTARE UNA SECONDA PERSONA?

No! I percorsi sono progettati in modo che né una seconda persona né un bagaglio pesante possano offrire a tutto il gruppo il massimo piacere di guida. Una seconda persona rallenta l'intero gruppo e aumenta il rischio di incidenti.

HO BISOGNO DI PEZZI DI RICAMBIO?

Sì! Una camera d’aria di ricambio per la parte anteriore e posteriore, nonché gli strumenti per riparare gli pneumatici bucati sono utili per continuare con l'intero gruppo. Il kit di attrezzi della tua moto deve essere con te.

HO BISOGNO DI UN TELEFONO CELLULARE?

Sì! Nel caso in cui un partecipante sia disconnesso dal gruppo, il più semplice è un cellulare per ritrovarsi. Anche in un aiuto di emergenza può essere richiesto rapidamente. I partecipanti scambiano i numeri di cellulare prima dell'inizio del giro.

HO BISOGNO DI UN GPS?

No! La guida é in testa al il gruppo in ogni momento e ti tiene sempre d'occhio. Naturalmente, è possibile utilizzare un dispositivo GPS, ma l'attenzione dovrebbe essere al 100% sulla guida e non essere influenzata dalla navigazione.